La definizione

La più recente è la seguente:

Open Educational Resources (OER) are teaching, learning and research materials in any medium — digital or otherwise — that reside in the public domain or have been released under an open license that permits no-cost access, use, adaptation and redistribution by others with no or limited restrictions.
OER form part of ‘Open Solutions’, alongside Free and Open Source software (FOSS), Open Access (OA), Open Data (OD) and crowdsourcing platforms.

che tradurrei così…

Le Risorse Educative Aperte (OER) sono materiali per l’insegnamento, l’apprendimento e la ricerca in qualsiasi mezzo…


insegna al MIT, ha inventato e possiamo considerarlo come colui che continua la ricerca di Seymour Papert, che a sua volta era allievo di Piaget. Il suo ultimo inizia paragonando lo sbarco sulla luna alla pandemia: in entrambi i casa il nostro modo di vedere il mondo è cambiato e si è data maggiore importanza alle relazioni. …


Come sappiamo i media hanno contribuito nella costruzione degli stereotipi di genere e la ricerca dagli anni 50, lavora per identificare pregiudizi, rappresentazioni dei corpi, dei matrimoni e degli stupri e dove le donne appaiono “come dipendenti dagli uomini”, “non intelligenti”, “meno competitive”, “più sessualizzate”. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori devono condividere approcci e definizioni. L’uso dell’intelligenza artificiale e del machine learning offre un altro approccio: una di , and ha misurato quante volte appaiono nei film i volti maschili e femminili. Sono stati analizzati 3500 film degli ultimi 30 anni…


L’aumento delle opportunità di intrattenimento digitale negli ultimi anni e il confinamento dovuto alla pandemia, ha creato preoccupazioni nelle famiglie rispetto ad eventuali ripercussioni sulla salute mentale dei figli.

Buone notizie! Un studio appena pubblicato suggerisce che negli ultimi 30 anni, c’è stato poco o nessun aumento nell’associazione tra l’uso delle tecnologie digitali da parte degli adolescenti e i problemi di salute mentale.

Lo studio appena pubblicato su Clinical Psychological Science che ha coinvolto 430 mila adolescenti (9–26 anni) britannici e statunitensi ha analizzato possibili legami tra l’uso degli smartphone, dei social media e la visione della televisione con la…


L’è un documento agire che in 50 pagine indica le tendenze chiave, le tecnologie emergenti e le pratiche che modellano il futuro dell’#insegnamento e dell’#apprendimento per l’istruzione superiore.

Il panel internazionali di esperti ha individuato le seguenti tendenze in diversi contesti:

  • Sociale — Lavoro/apprendimento a distanza- Allargamento del divario digitale- Problemi di salute mentale
  • Tecnologico — Adozione diffusa di modelli di apprendimento ibridi — Aumento dell’uso delle tecnologie di apprendimento — Sviluppo della facoltà online
  • Economico — Diminuzione dei finanziamenti per l’istruzione superiore — Richiesta di nuove/diverse competenze della forza lavoro — Incertezza nei modelli…

MIT BOSTON
MIT BOSTON

Nel mese di Aprile il MIT ha festeggiato i ovvero il lancio dei loro corsi aperti online aperti al pubblico. E’ stato sicuramente l’inizio di una grande rivoluzione che ha prodotto poi ulteriori innovazioni.

“Within one year, OCW had published a pilot website with 50 courses and attracted worldwide acclaim. Today, OCW offers materials from over 2,570 courses spanning the MIT graduate and undergraduate curriculum, from 1,735 MIT faculty and lecturers​ from 33 academic units across all five schools, including syllabi, lecture notes, problem sets, assignments, and audiovisual content including recorded lectures. To date, OCW has…


Il dibattito sui danni/vantaggi della DAD continua… si impara di più, di meno?

Nonostante dagli anni ’90 si parli di nessuno al mondo era preparato per questa situazione. Una decina di anni fa, quando sono iniziati gli investimenti per in modo in più strutturale e meno pioneristico, la “scuola virtuale” esisteva già anche se pensata solo per situazioni problematiche e numeri ridotti: malattie, carcere, disabilità, fobia, gravidanza, per artisti, atleti, viaggiatori o situazioni di isolamento geografico . …


Media & Learning, associazione europea che organizza da più dieci anni il premio Medea Awards, per valorizzare la produzione europea di media digitali per l’apprendimento e che ho avuto l’onore di presiedere nei suoi primi anni di vita, ha organizzato una video-chat con il titolo provocatorio

Nel corso della chiacchierata informale moderata dalla prof.ssa Sónia Hetzner, docente dell’Innovation in Learning Institut, Friedrich-Alexander-University, Erlangen-Nürnberg (FAU), Germany si è discusso se con l’aumento della formazione online dovuta alle restrizioni dettate dalle pandemia, che in molti casi aumenta la parte di apprendimento in autonomia, le…


bambini di alcuni mesi che guardano un tablet e indicazioni per iscrizione ai webinar
bambini di alcuni mesi che guardano un tablet e indicazioni per iscrizione ai webinar

L’ Assessorato all’Istruzione della Città di Torino organizza un ciclo di webinar dal titolo “La generazione Alpha: l’impatto del digitale sui più piccoli”.
I bambini della generazione Alpha sono quelli nati e che nasceranno fra il 2010 e il 2025, e sono stati denominati così da Mark Kringer, demografo australiano. Sono bambini che non conoscono un mondo senza il digitale, sono i figli dei Millennial, la generazione che ha decretato il successo dei social media come Facebook e i suoi predecessori. A questa generazione appartengono alcuni cosiddetti kid-influencer che hanno già costruito imperi economici prima di compiere 10 anni. …


Jean Honorè Fragonard, La lettrice, 1776

La prima volta che ho sentito l’espressione “panico morale” è stato forse una decina di anni fa, leggendo , che investigava l’uso di Internet da parte dei ragazzi europei dai 9 ai 13 anni: un campione di 25000 ragazzi in 25 paesi. Nonostante le sue attività di ricerca e divulgazione siano sempre state improntate a ridimensionare gli allarmi ingiustificati, richiamando gli adulti alle loro responsabilità educative e difendendo gli interessi dei bambini, la Livingstone non ha ancora convinto le famiglie che i ragazzi — nella stragrande parte dei casi — sono…

Eleonora Pantò

building bridge not walls #community #learning #school #mooc @epanto

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store